Caricamento

Questo Natale regala un futuro luminoso a tanti bambini come Berkay.

Scegli quanto donare
oppure inserisci un importo libero
Inserisci i tuoi dati per completare la donazione
Scegli la modalità di donazione
Dona con Carta di Credito
Dona con Paypal
#Nataleconilcuore

Berkay ha soli 3 anni e mezzo ma la sua storia è molto più grande di lui. Oggi sorride, ma quando è nato ha combattuto per respirare e il suo cuoricino batteva troppo forte. La sindrome di Charge gli ha tolto l’udito, parte della vista e gli dà tantissimi problemi. Alla Lega del Filo d’Oro abbiamo guardato alle sue potenzialità, oltre i Iimiti, e passo dopo passo Berkay ha iniziato ad aprirsi al mondo. Ma la strada davanti a lui è ancora lunga. Per continuare il suo percorso, ora ha bisogno di te. Vuoi aiutarlo?

Il percorso di vita di Berkay
Maggio 2018 nascita
Berkay nasce con una malattia genetica rara. All’inizio tutto sembra normale, ma a poche ore dalla nascita è messo in incubatrice e sottoposto a una tracheotomia perché respira a fatica. Senza questo intervento non sopravviverebbe.
Primi mesi di vita
Berkay subisce numerosi ricoveri ospedalieri e diverse operazioni. In questi giorni difficili, arriva anche la diagnosi: sindrome di Charge. I genitori si sentono completamente persi e impotenti. Per Berkay, ogni strada sembra chiudersi senza speranza.
Dicembre 2020: l’incontro con la Lega
Con l’Intervento Precoce a Osimo la famiglia ritrova la fiducia. Per 3 settimane il bambino è seguito da un’équipe che programma per lui un piano educativo-riabilitativo personalizzato. I genitori non si sentono più soli: anche se la malattia non cambia, Berkay potrà imparare ogni giorno qualcosa di nuovo.
2021: il progetto di vita di Berkay
Berkay segue con i genitori le attività indicate dalla Lega del Filo d’Oro. Il contatto con la Fondazione è costante, grazie alle visite a Osimo e al supporto della Sede Territoriale di Napoli. Il cammino verso l’autonomia non sarà facile, ma Berkay e la famiglia sanno di poter contare su una grande famiglia.
Berkay ha bisogno dell’aiuto di tutti per continuare il suo percorso. Anche del tuo. Resta al suo fianco.
Il percorso di Berkay alla Lega
Area sensoriale
Per chi non sente e vede poco come Berkay, i sensi residui sono l’unico spiraglio per uscire dall’isolamento e imparare a comunicare. Attraverso la stimolazione sensoriale, Berkay sta sviluppando giorno dopo giorno la capacità di riconoscimento e discriminazione del mondo che lo circonda.
Dona 30 €
Area motoria
Nei percorsi educativo-riabilitativi ogni bambino è aiutato a sviluppare la consapevolezza del proprio corpo. Berkay sta imparando a camminare con maggiore sicurezza e a compiere gesti solo in apparenza semplici: aprire e chiudere le manine, afferrare gli oggetti, indicare un’immagine.
Dona 50 €
Area cognitiva
Alla Lega del Filo d’Oro si scopre il mondo e si apprende ogni giorno, e anche il gioco ha un ruolo importante. Berkay è curioso e attento a tutto quanto lo circonda, e si affida soprattutto al suo residuo visivo per imparare nuove cose e sviluppare le sue capacità cognitive.
Dona 70 €
Il percorso di Berkay è appena iniziato e in futuro non mancheranno sfide sempre più impegnative. Per affrontarle, lui e altri bambini come lui hanno bisogno di te.
Giorno dopo giorno, i nostri bambini compiono un passo in più verso l’autonomia e la capacità di comunicare con il mondo. Il filo d’oro che costruiamo insieme dà più fiducia a loro e alle loro famiglie.
Comunicazione
Durante l’Intervento Precoce, gli educatori hanno capito che Berkay usava la vista per apprendere ed entrare in relazione con il mondo.
La stimolazione visiva è dunque fondamentale per aiutarlo a comunicare, così come le attività di musicoterapia e manipolazione sonora. Durante le attività quotidiane si lavora sul riconoscimento di un numero sempre maggiore di oggetti e giochi. Oggi esprime desideri e bisogni usando foto e immagini, e comincia a usare la LIS, la Lingua Italiana dei Segni.
Autonomia
Prima di arrivare a Osimo, Berkay faceva pochi passi e cadeva spesso. Ora nella sicurezza di una stanza si muove senza che la mamma lo debba sorreggere.
Sta imparando a stare seduto anche a lungo per le sue attività, ad alzarsi senza aiuti e a compiere gesti quotidiani, come vestirsi e usare il cucchiaino. Attraverso un lavoro d’équipe, si valorizza quanto resta dei sensi per raggiungere le tappe evolutive della vita di un bambino. Una “scuola a tempo pieno”, per arrivare al massimo grado di autonomia possibile.
Fiducia
“Tutti i progressi di Berkay non sarebbero possibili se la Lega non desse coraggio anche a noi genitori. Se siamo coraggiosi, lo sono anche i nostri figli”.
Ogni bimbo è unico, come unico è il percorso che valorizza le sue specifiche abilità. Dare fiducia è un altro degli obiettivi della Lega. Sosteniamo i genitori, per farli sentire più capaci di prendersi cura dei figli, concentrandosi sulle potenzialità anziché sui limiti. Oltre il dato sanitario, oltre la diagnosi.
“Cammina solo chi accetta il rischio di cadere”
Aiutaci a restare accanto a tante famiglie come quella di Berkay.